Cosa fanno sul web gli italiani?

Una domanda, più di altre, si pongono le persone nate negli ultimi venticinque anni: com’era il mondo senza internet? Un quesito tutt’altro che banale, dato che le ultime generazioni sono cresciuta a pane, nutella e web, che ha stravolto completamente il modo in cui i giovani si relazionano tra loro e passano il proprio tempo libero.

Anche le persone più in là con gli anni, tuttavia, hanno mutato i propri comportamenti, spesso sensibilmente, negli ultimi vent’anni, ovvero da quando la grande rete telematica è diventata fruibile da un numero assai cospicuo di individui. In rete si trascorre gran parte del tempo per lavoro, divertimento o approfondire tematiche ritenute di interesse personale.

Il web come principale mezzo d’informazione

Un passatempo che può essere declinato nelle forme più svariate, in grado di soddisfare, adeguatamente, le esigenze di ciascun individuo. Risulta molto interessante, quindi, andare ad analizzare cosa fanno gli italiani quando navigano sul web, al fine di comprendere, compiutamente, come lo stesso venga quotidianamente sfruttato dai nostri connazionali.

È fuor di dubbio come la rete, col passare del tempo, sia diventato il principale mezzo di informazione, che ha soppiantato, quasi definitivamente, la carta stampata e ridotto sensibilmente la centralità del mezzo televisivo: il web, oggi, è la prima fonte di informazione alla quale attingono gli abitanti del Belpaese.

Ed anche le testate più note, dopo un lungo periodo di informazione “free”, hanno cambiato completamente il loro approccio: la maggior parte di esse, in particolar modo quelle dedicate a settori fortemente specializzati (ad esempio, quello finanziario), dispongono di una sezione a pagamento dove vengono pubblicati, di fatto, gli articoli più importanti e di maggior appeal.

Al calar della sera, però, gli italiani prediligono rilassarsi, staccare la spina mentalmente e fisicamente dopo una dura giornata di lavoro. Non c’è da stupirsi se il mondo dell’entertainment, a tutto tondo, sia quello maggiormente ricercato. Un settore che si snoda in diversi settori, spesso assai differenti tra loro, che sono in grado di creare una sensazione di relax piuttosto considerevole.

Internet come luogo del relax e del divertimento

L’esempio più lampante, in tal senso, arriva dai portali on-demand come Netflix, autentico punto di riferimento per gli amanti delle serie del piccolo schermo, che si è rivelato il fedele compagno dei nostri connazionali durante il periodo del rigidissimo primo lockdown della primavera del 2020.

Un’ulteriore riprova di quanto siano diventati influenti questi siti, la si ha avuta nelle scorse settimane: il portale DAZN, presente sul mercato italiano da un triennio, ha acquistato i diritti per trasmettere le partite della Serie A fino al 2024. Nessuno, anche solo cinque anni fa, avrebbe osato immaginare che un portale OTT potesse soppiantare l’egemonia della pay-tv, scippando alle stesse l’esclusiva della trasmissione delle partite del campionato italiano.

L’intrattenimento, però, si dipana in diversi ambiti, alcuni decisamente stuzzicanti e divertenti. Internet, come noto, è anche un luogo dove il pubblico maggiorenne può cercare di allacciare relazioni amorose durature o occasionali. In quest’ultimo caso, è indubbio come portali del calibro di  Escort Maps riescano, più di altri, a fornire delle soluzioni estremamente soddisfacenti per chi cerca qualche spensierato ed innocente momento di evasione.

Per molti, rilassarsi in rete significa fare shopping o, forse più correttamente. I vantaggi dell’e-commerce, d’altronde, sono ormai noti a tutti i piccoli risparmiatori: grazie al web si possono acquistare beni o servizi a prezzi decisamente più convenienti, con la grande comodità di poterli ricevere, direttamente, al proprio domicilio. Durante la drammatica fase della pandemia, tutti noi ci siamo accorti di quanto sia diventato indispensabile, al giorno d’oggi, il web: senza di esso, nessuno avrebbe potuto acquistare beni, talvolta indispensabili, durante la scorsa primavera.